Funghi, flora e faunaFunghi, flora e fauna

Indietro

Phorcus mutabilis

Avanti

Pinna nobilis

Physa acuta


Physa (subg. Physella) acuta Draparnaud, 1805 (1)

Classe: Gastropoda

Famiglia: Physidae

10-17 mm.

Conchiglia di colore brunastro, sinistrorsa, con apertura di forma ovalare. Corpo bruno-giallastro; tentacoli filiformi (quelli di Lymnaea sono appiattiti).

Specie abbastanza attiva, vive in acque ferme e correnti in tutta Italia, su fondali sassosi o limosi e tra la vegetazione acquatica. È presente anche in acque salmastre.
Originaria dell’America del Nord, accidentalmente importata in Europa verso la metà del 1800 (LORI e CIANFANELLI 2007). Segnalata per le Marche (COSSIGNANI et al., 1995).

Nel bacino del Metauro (indagine del 1994 e osservazioni saltuarie sino al 2011) è stata rinvenuta nel basso corso (Comune di Fano e nel tratto di Saltara, Sant'Ippolito e Fossombrone), nel medio corso (F. Metauro a S. Lazzaro di Fossombrone e nei tratti di Urbino, Fermignano e Urbania; F. Candigliano a valle del Furlo e a Bellaria di Acqualagna) e nell'alto corso (F. Metauro alla Cascata del Sasso di Sant'Angelo in Vado; F. Candigliano nella Gola di Gorgo a Cerbara; T. Burano a Smirra di Cagli).

NOTE
(1) La specie è anche indicata come Physella acuta (Draparnaud, 1805) e più di recente come Haitia acuta (Draparnaud, 1805).


Dettaglio scheda
  • Data di redazione: 01.01.2001
    Ultima modifica: 08.11.2011

Nessun documento correlato.


Indietro

Phorcus mutabilis

Avanti

Pinna nobilis